Aumento della sindrome da pressione intracranica

Il cervello è un organo il cui ambiente è costituito da elementi ossei (il cranio), che causa anche un leggero aumento di volume o di massa all’interno del cranio per aumentare la pressione intracranica e le oppressioni, e di conseguenza sposta la struttura del sistema nervoso centrale, che danneggia e danneggia anche la struttura del cervello, che è più importante per mantenere le sue funzioni vitali.

C’è una relazione che dice che la somma di cervello, liquido cerebrospinale e volumi di sangue all’interno del cranio è costante. Anomalie che si verificano in uno di questi sistemi (o l’aspetto di una nuova struttura, ad esempio una “nuova struttura” o una “nuova struttura”). tumore) provoca gravi conseguenze e un aumento della pressione all’interno del cranio.

L’aumento della pressione intracranica è causato da un aumento del volume cerebrale o dall’apparizione di una nuova massa intracranica (ad esempio, il tumore carotideo, il tumore carotideo, il tumore carotideo). malattie come tumori cerebrali, ascessi cerebrali, ematomi ed emorragie, edema cerebrale massiccio, infiammazioni del sistema nervoso centrale, infarto cerebrale strutturale – portano alla formazione di una maggiore sindrome da pressione intracranica nel meccanismo di ingrandimento del volume cerebrale).

Ulteriori cause possono essere correlate alla ridotta circolazione del liquido cerebrospinale (alterazione del flusso di liquido cerebrospinale o eccessiva quantità di liquido – l’equilibrio tra produzione e assorbimento della secrezione cerebrospinale non viene mantenuto, che è associato con la sua ritenzione e provoca un aumento del volume di massa intracranica). Emorragie subaracnoidee e meningite sono associate a questo meccanismo.

A causa di un aumento della pressione sanguigna venosa e di un flusso anormale di sangue dovuto all’aumento del volume del sangue nelle vene e nei seni della gomma morbida del pneumatico duro, c’è anche una maggiore sindrome da pressione intracranica. Questo meccanismo è correlato a condizioni trombotiche nel perone, mancanza di piena permeabilità della vena superiore e problemi cardiologici (insufficienza cardiaca ventricolare destra e ipertensione polmonare).

Sintomi della sindrome da ipertensione cranica

I sintomi di aumento della pressione all’interno del cranio aumentano a velocità diverse a seconda dell’aumento del volume intracranico aggiuntivo. Diverse malattie sono condizionate da un diverso meccanismo di formazione del cambiamento, quindi non tutti hanno la stessa sindrome.

Il sintomo dominante di una maggiore sindrome da pressione intracranica è il mal di testa (90%). (c) che appare inizialmente di notte e al mattino, si intensifica nel tempo e si verifica in qualsiasi momento della giornata, i pazienti lo caratterizzano come scoppiettante e insopportabile. Il mal di testa è generalmente occipitale e frontale. Cambiando postura del corpo, tosse, starnuti, risate può esacerbare il dolore (causato dal tensionamento del pneumatico duro, così come vasi e nervi cranici a causa di un aumento del volume delle strutture intracraniche).

Nei pazienti, il vomito si verifica principalmente durante le ore di forte mal di testa, spesso la nausea non precede il vomito o è solo lievemente esacerbata. Compaiono disturbi della vista, i pazienti vedono attraverso la nebbia, segnalano difetti nel campo visivo e persino brevi attacchi alla cecità. Questa condizione può essere distinta dall’infiammazione del nervo ottico dal fatto che non c’è deterioramento dell’acuità visiva durante la fase iniziale dell’ipertensione cranica.

Nell’esame oftalmologico del fondo marino si osserva inizialmente una congestione venosa, quindi si osserva una sfocatura del contorno e il disco del nervo ottico diventa più pronunciato a causa del gonfiore, e le petecchie appaiono intorno.

Con il progredire della sindrome da pressione intracranica aumentata, il nervo visivo scompare, il che porta a un restringimento del campo visivo e alla compromissione dell’acuità visiva e talvolta persino alla completa cecità. I cambiamenti descritti nel fondo dell’occhio sono chiamati scudo scaglionato.

Altri sintomi di aumento della sindrome da pressione intracranica includono: paresi o paralisi del nervo disabilitante (manifestata da disturbi della mobilità del bulbo oculare), crisi epilettiche, disturbi della coscienza sotto forma di sonnolenza e coma, rallentamento della frequenza cardiaca, con la progressione della malattia della frequenza cardiaca diventa veloce e irregolare, la pressione arteriosa aumenta temporaneamente e si verificano disturbi respiratori (rallentamento e approfondimento delle vie respiratorie).

Alcuni pazienti possono sperimentare disturbi mentali come apatia, indifferenza, mancanza di iniziativa e interesse, seguiti da cambiamenti di personalità, demenza e persino condizioni psicotiche.

Complicazioni con sindrome da pressione intracranica aumentata

Lo sviluppo e il comportamento di una maggiore sindrome da pressione intracranica possono portare a complicazioni pericolose – il cosiddetto “insuccesso cerebrale”. le probabilità di una parte del cervello nelle strutture adiacenti. Questi stati minacciano direttamente le vite e sono associati ad alta mortalità. Un rischio particolare è associato a condizioni che portano rapidamente ad un aumento di pressione all’interno del cranio (ad esempio la cavità cranica, la cavità cranica, ecc.). ematoma post-traumatico).

I recessi esercitano principalmente pressione sul tronco cerebrale o sul midollo spinale prolungato. Di conseguenza, la pupilla si espande e non reagisce alla luce a causa di insufficienza nervosa oculomotoria, compaiono sintomi di danno del tratto piramidale (paresi e riflessi di Babiński), la coscienza viene disturbata e la respirazione si interrompe nel tempo. Nei recessi, anche la frequenza cardiaca viene rallentata e l’insufficienza circolatoria può essere estrema.

Ipertensione endocranica idiopatica

L’ipertensione endocranica idiopatica (precedentemente nota come tumore cerebrale pseudocistico) può essere diagnosticata se la causa dell’aumento della pressione intracranica non è stata trovata.

Con l’avanzamento della conoscenza dei processi che avvengono nel cranio nel corso di varie malattie e lo sviluppo di nuovi metodi diagnostici, molte condizioni precedentemente chiamate ipertensione intracranica idiopatica sono ora considerate come cause di trombosi venosa intracranica, quindi una tale condizione non è più una sindrome idiopatica. Sono state anche spiegate molte altre patologie, che sono la causa dell’aumentata pressione intracranica, quindi un numero sempre minore di malattie è chiamato idiopatico.
Mariusz Kłos

Commenti Sindrome ipertensiva intracranica

niente | 2012-10-11 11:47

Il mio caso non è diagnosticato. Ha iniziato con un mal di testa nell’area del tempio da un lato e cambiamenti meteorologici dall’altro. Dormivo per qualche minuto anche mezz’ora prima del diluvio, delle piogge, ecc … Dopo un lungo periodo di tempo, il dolore della flemma appariva, pulsando nei seni e nell’orecchio, l’esame dell’orecchio non rivelava eventuali patologie. Farmaci come cirri e sunafred aiutano, ma non sempre. Dopo aver letto questi farmaci, si scopre che possono persino eliminare la pressione nell’orecchio. Quello che succederà dopo e come finirà per me non è noto.

Blu | 2013-01-09 19:35

Io, come Jen360, provo disturbi dopo l’isotretinoina – hanno iniziato già nella fase finale del trattamento, oggi un anno e mezzo sono ancora in corso, sono più forti, il dolore continua, a volte mi sento come una trapanazione del cranio, solo sentire sollievo. Sfortunatamente, al momento di decidere sul trattamento, abbiamo deciso gli effetti collaterali. Qualcosa a scapito di qualcosa: /.

Post-traumatico | 2014-04-17 22:54

Anch’io ho un problema con la pressione intracranica ed è semplicemente un mal di testa insopportabile continuo insopportabile. Non so se puoi prendere qualche farmaco per abbassare questa pressione?

Lorenza Scoma
Informazioni su Lorenza Scoma 123 Articoli
Si può dire molto di Lorenza Scoma, ma per lo meno è persuasiva e disinteressata, naturalmente è anche protettiva, allegra e leader, ma sono contaminati e mescolati con le abitudini di essere privi di tatto. la sua natura persuasiva, però, è ciò per cui è spesso ammirata. Spesso le persone contano su di loro e sul suo atletismo ogni volta che hanno bisogno di tirarsi su. Nessuno è perfetto naturalmente e Lorenza ha anche degli stati d'animo e dei giorni marci. la sua natura sconcertante e la sua natura pomposa causano molte lamentele, sia personalmente che per gli altri. Fortunatamente il suo altruismo assicura che non è il caso molto spesso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*