Cefalea a grappolo

La procedura diagnostica più importante è l’insorgenza di caratteristiche tipiche di mal di testa e sintomi accompagnatori caratteristici. I pazienti non hanno alcuna anomalia nei test ausiliari (di laboratorio o di imaging), pertanto i criteri per la diagnosi si basano principalmente sulle caratteristiche cliniche della malattia.

Se dovessero verificarsi anomalie nei test ausiliari che potrebbero indicare malattie organiche del sistema nervoso centrale con modelli di mal di testa simili, devono essere eseguiti test di imaging per escludere o confermare queste ipotesi. Va ricordato che un mal di testa a grappolo può anche coesistere con malattie organiche del sistema nervoso. Altri problemi di emicrania unilaterale, emicrania, nevralgia del trigemino e altri mal di testa trigemino-autonomi dovrebbero essere considerati nella diagnosi differenziale.

Trattamento della cefalea a grappolo

Come nel trattamento dell’emicrania, i farmaci vengono usati per fermare l’insorgere di un mal di testa o il farmaco viene somministrato come precauzione prima che si verifichino ulteriori attacchi. Sumatryptan (agonista del recettore 5-HT1) è stato utilizzato nel trattamento ad hoc. Il miglioramento si osserva anche nei pazienti che inalano ossigeno al 100%. Una serie di difficoltà si riscontrano nel trattamento ad hoc della cefalea a grappolo, a causa della natura a breve termine dei sequestri e dell’elevata prevalenza di convulsioni. Praticamente nessuna medicina raggiunge il suo effetto terapeutico prima che l’attacco si sia calmato spontaneamente.

Il trattamento preventivo può essere a breve termine o cronico. A breve termine vengono somministrati glicosteroidi (desametasone, prednisone), mentre a lungo termine vengono utilizzati: verapamil (calcio antagonista), acido valproico (usato principalmente nel trattamento dell’epilessia), carbonato di litio (farmaco estremamente tossico somministrato in malattia affettiva bipolare), ergotamina (alcaloide di ergot) e glicosteroidi.

Il trattamento a lungo termine è raccomandato in pazienti con cefalea a grappolo cronica, ma anche in pazienti con convulsioni frequenti. In caso di fallimento di studi farmacologici di trattamento cronico, vengono utilizzati metodi invasivi che portano all’anestesia (mediante iniezione di sostanze chimiche) o alla distruzione (chirurgica o utilizzando le appropriate radiazioni) dei gangli trigeminali responsabili dell’insorgere di sintomi di malattia.

Tuttavia, il trattamento invasivo è associato alle seguenti complicazioni: disturbi facciali, congiuntivali e sensoriali della cornea (secondaria può sviluppare ulcere), disturbi dell’innervazione motoria, dolori nevralgici.

La prognosi varia Il mal di testa a grappolo è una malattia cronica con periodi ricorrenti e di remissione. All’inizio della malattia è difficile determinare la prognosi relativa alla forma (episodica o cronica), la durata della malattia e l’insorgenza della remissione.

Lorenza Scoma
Informazioni su Lorenza Scoma 123 Articoli
Si può dire molto di Lorenza Scoma, ma per lo meno è persuasiva e disinteressata, naturalmente è anche protettiva, allegra e leader, ma sono contaminati e mescolati con le abitudini di essere privi di tatto. la sua natura persuasiva, però, è ciò per cui è spesso ammirata. Spesso le persone contano su di loro e sul suo atletismo ogni volta che hanno bisogno di tirarsi su. Nessuno è perfetto naturalmente e Lorenza ha anche degli stati d'animo e dei giorni marci. la sua natura sconcertante e la sua natura pomposa causano molte lamentele, sia personalmente che per gli altri. Fortunatamente il suo altruismo assicura che non è il caso molto spesso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*