I Muscoli – I Muscoli Addominali

I muscoli della parete addominale

La parete addominale non ha una struttura ossea. E’ sostenuta da quattro paia di muscoli:

  • Gli obliqui interni;
  • gli obliqui esterni;
  • il trasverso dell’addome;

si trovano sui lati della parete addominale e le fasce di queste coppie di muscoli si riuniscono presso la linea mediana del corpo, formando una zona tendinea chiamata la linea alba.

  • Il retto dell’addome. Si trova in posizione mediale (al centro), anch’esso è suddiviso in due parti dalla linea alba;

Tutte le coppie di muscoli che formano la parete addominale comprimono la cavità addominale, proteggere gli organi all’interno della cavità addominale stessa.
Gli obliqui esterni sono posizionati in posizione superiore rispetto agli obliqui interni. Questi muscoli del tronco contribuiscono ai movimenti di rotazione e flessione laterale. Il trasverso dell’addome si estende orizzontalmente attraverso l’addome.

Gli obliqui e la trasverso sono muscoli sinergici.
Il retto dell’addome ha un aspetto particolare (è il muscolo che, in soggetto con basse percentuali di grasso addominale da forma alla “tartaruga” in quanto simile al carapace della tartaruga) e prende il suo nome in quanto è un muscolo diritto (retto) che si sviluppa dalle inserzioni inferiori delle ossa del pube fino alle inserzioni superiori alle costole e sterno.
Questi muscoli anche a flettere e ruotare il parte lombare della colonna vertebrale.

Il fatto di esercitare i muscoli addominali per averli forti ed elastici va al di la del solo fatto estetico. Nella zona dell’addome infatti, l’unico sostegno osseo di cui l’organismo umano dispone è la colonna vertebrale. Il fatto di avere muscoli addominali allenati è importantissimo perché aiutano la colonna vertebrale nella stabilizzazione del busto.

I muscoli addominali I Muscoli   I Muscoli Addominali

 

I muscoli addominali: il tono muscolare

E’ insito nella mente umana che, per avere muscoli addominali tonici, bisogna necessariamente averli in evidenza, sopratutto avere delineato il retto dell’addome e mostrare la “tartaruga”. Si crede quindi, che avere la pancia è sinonimo di “mancanza di addominali”, di conseguenza bisogna uccidersi di esercizi che abbiano il solo obiettivo di sviluppare la muscolatura addominale.

Le cause di un addome prominente sono:

  • lordosi del tratto lombare della colonna vertebrale troppo accentuato (iperlordosi) con conseguente anteroversione del bacino (bacino ruotato in avanti) ed addome maggiormente esposto;
  • strato adiposo addominale (non è sinonimo di mancanza di tono muscolare).

 

Quando si presentano questi due fattori, non serve fare solo ed esclusivamente esercizi con l’obiettivo di rinforzare i muscoli addominali. Oltre a questo tipo di esercizi bisogna aggiungere, esercizi di ginnastica correttiva e posturale per fare rientrare la curvatura lombare entro il range fisiologico ed una dieta alimentare.

Ricordiamo che, l’organismo umano è intelligente e virtuoso. Quando introduce con l’alimentazione calorie in eccesso rispetto al suo fabbisogno, non le butta via, ma le risparmia per momenti di crisi. Le risparmia trasformandole in grasso ed accumulandole nel tessuto adiposo, in particolare nell’uomo nella zona addominale, nella donna lungo le cosce ed i fianchi.

Gli esercizi per i muscoli addominali

Corpo libero o macchine/attrezzi?

In genere, per esercitare i muscoli della parete addominale, si eseguono esercizi a corpo libero. Esercitarsi con le macchine per la muscolazione o con degli attrezzi specifici che le aziende specializzate hanno sviluppato, può essere un valido ausilio per rompere la monotonia dell’allenamento ed offrono valide alternative ai comuni esercizi a corpo libero.

Se non avete a disposizione tali macchinari, non disperatevi. I muscoli addominali, a differenza dei principali muscoli degli arti superiori e inferiori e del tronco, non necessita di allenamenti di potenziamento, ma di esercizi di irrobustimento.
Proprio per il fatto di essere muscoli la cui funzione è prevalentemente quella posturale, coadiuvando la colonna vertebrale nel mantenimento della stazione eretta, non è necessario lavorarle con i sovraccarichi elevati, ma sono più che sufficienti gli esercizi a corpo libero, fatti però prendendo delle precauzioni.

Precauzioni

  • Evitare eccessive sollecitazioni della muscolatura addominale;
  • Assolutamente non bloccare i piedi per terra;
  • evitare di fare trazione con le mani sulla colonna cervicale;
  • evitare di inarcare la colonna vertebrale nel tratto lombare;
  • non slanciare le gambe;
  • controllare la respirazione: inspirare mentre si contraggono gli addominali, espirare nella fase di lento rilascio.

Gli esercizi per i muscoli addominali, prima ancora di essere fatti con gli addominali stessi, vanno fatti con il cervello

Lorenza Scoma
Informazioni su Lorenza Scoma 123 Articoli
Si può dire molto di Lorenza Scoma, ma per lo meno è persuasiva e disinteressata, naturalmente è anche protettiva, allegra e leader, ma sono contaminati e mescolati con le abitudini di essere privi di tatto. la sua natura persuasiva, però, è ciò per cui è spesso ammirata. Spesso le persone contano su di loro e sul suo atletismo ogni volta che hanno bisogno di tirarsi su. Nessuno è perfetto naturalmente e Lorenza ha anche degli stati d'animo e dei giorni marci. la sua natura sconcertante e la sua natura pomposa causano molte lamentele, sia personalmente che per gli altri. Fortunatamente il suo altruismo assicura che non è il caso molto spesso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*