I Vasi Sanguigni – Le Arterie E Le Arteriole

Caratteristica delle arterie

1. Portano il sangue DAL cuore. Non importa se trasportano sangue ricco di ossigeno o di anidride carbonica.

Le arterie sono i vasi sanguigni che portano il sangue DAL cuore alla propria destinazione: alle cellule dell’organismo nella circolazione sistemica, agli alveoli polmonari per lo scambio gassoso, nella circolazione polmonare.

Non bisogna fare confusione, le arterie non sono classificate come tali perché in esse scorre sangue ricco di ossigeno. Nelle arterie polmonari, che fanno parete della circolazione polmonare e che coprono il tragitto cuore-polmoni, il sangue in esso contenuto è ricco di anidride carbonica. Le arterie che portano il sangue ricco di ossigeno sono solo quelle della circolazione sistemica, nella circolazione polmonare, nelle arterie polmonari scorre sangue ricco di anidride carbonica verso i polmoni.

“le arterie sono i vasi sanguigni che nascono dai ventricoli”:

  • Ventricolo destro: arterie polmonari….. portano il sangue verso i polmoni per cedere CO2 ed acquistare O2;
  • Ventricolo sinistro: aorta….. distribuisce il sangue ricco di O2 in tutto l’organismo.

2. La loro parete è spessa e resistente ed è formata da tre strati concentrici di spessore e struttura variabili:

  • Tonaca interna. E’ uno strato di endotelio con una membrana di base.
  • Tonaca media. E’ uno spesso strato di muscolo liscio (prevalente nelle arterie di calibro medio), e fibre elastiche (prevalenti nelle arterie di grosso calibro).
  • Tonaca esterna. E’ uno strato di tessuto connettivo principalmente composto da fibre elastiche e fibre collagene. Contiene sottili vasi sanguigni e filamenti nervosi.

La parete delle arterie può essere talmente spessa da essere percorsa da vasi sanguigni per portare nutrimento alle cellule della parete.

Il raggio di una arteria permette al sangue di fluire rapidamente e l’elasticità di cui sono dotate le arterie permette loro di espandersi quando il cuore è in fase di contrazione, e di rinculare quando il cuore è in fase di rilassamento.

In questo modo il sangue continua a fluire nelle arterie anche quando il cuore è in diastole.

Componente muscolare delle arterie

Prevale nelle arterie di piccolo calibro. Le contrazioni dei muscoli involontari che compongono la tonaca media, facilitano l’avanzamento del sangue nei vasi dove la spinta del cuore ha un grado di forza ridotto, tanto da non essere sufficiente da permettere l’avanzamento del sangue.

I fasci di muscolatura liscia sono i responsabili dei fenomeni di vasocostrizione e vasodilatazione.

Componente elastica delle arterie

Prevale nelle arterie di grosso calibro, nelle quali la pressione sanguigna è molto forte.

A causa del naturale processo di invecchiamento dell’organismo, la componente elastica diminuisce progressivamente con l’avanzamento dell’età, per effetto di un aumento del tessuto connettivo.

Questa perdita della componente elastica, determina un aumento dei valori di pressione sanguigna, normalmente osservati nelle persone anziane.

In base al loro calibro vengono classificate in:

  • arterie di grosso;
  • medio;
  • piccolo calibro.

Come vengono nutrite le arterie

Se la parete delle arterie è un muscolo membranoso, come fa a nutrirsi?

Di norma, avviene direttamente per diffusione: i nutrienti e l’ossigeno contenuti nel sangue che scorre in esse vengono assorbiti dalle cellule che compongono i tessuti che formano le pareti delle arterie.

Per le grosse arterie però, sono necessari appositi vasi sanguigni: i vasa vasorium, i quali vengono a loro volta riforniti dal sangue che proviene dall’arteria stessa da nutrire.

L’innervazione delle arterie

E per quanto riguarda gli ordini che giungono alla muscolatura delle arterie che impone loro di contrarsi o dilatarsi?

Le arterie sono raggiunte da fibre nervose afferenti, responsabili della vasocostrizione e vasodilatazione, i quali, a loro volta, provengono da particolari recettori, quali:

  • Chemiocettori (per gli stimoli di natura chimica);
  • Barocettori (per gli stimoli di natura meccanica, quali la pressione);

Dalle arterie, a loro volta, si dipartono fibre nervose efferenti, le quali portano il segnale nervoso dall’arteria.

Le arteriole

Le arteriole sono arterie molto piccole, appena visibili ad occhio nudo.

La tonaca media delle arteriole presenta del tessuto elastico , ma per la maggior pare sono formate da tessuto muscolare liscio le cui fibre circondano l’arteriola.

Quando le fibre muscolari si contraggono, il lume (cavità) delle arteriole si riduce.

Se le fibre muscolari si rilasciano, il lume delle arteriole aumenta.

Il restringimento del lume delle arteriole, dovuto alla contrazione della muscolatura liscia che le avvolge e circonda, determina la circolazione del sangue nei vari distretti corporei, e ne influenza la pressione sanguigna.

Il sistema nervoso autonomo mantiene il controllo della pressione sanguigna, agendo sulla contrazione/rilassamento della muscolatura liscia che avvolge le arteriole. Quando la muscolatura si contrae ed il lume si restringe, aumenta la pressione sanguigna. Viceversa, al pressione sanguigna diminuisce quando la muscolatura liscia si rilascia ed il lume aumenta.

  • Se tanti vasi sanguigni sono contratti, la resistenza al flusso sanguigno è elevata: elevati valori di pressione sanguigna;
  • Se tanti vasi sanguigni sono dilatati, la resistenza al flusso sanguigno è bassa: bassi valori di pressione sanguigna.

 

 

Lorenza Scoma
Informazioni su Lorenza Scoma 123 Articoli
Si può dire molto di Lorenza Scoma, ma per lo meno è persuasiva e disinteressata, naturalmente è anche protettiva, allegra e leader, ma sono contaminati e mescolati con le abitudini di essere privi di tatto. la sua natura persuasiva, però, è ciò per cui è spesso ammirata. Spesso le persone contano su di loro e sul suo atletismo ogni volta che hanno bisogno di tirarsi su. Nessuno è perfetto naturalmente e Lorenza ha anche degli stati d'animo e dei giorni marci. la sua natura sconcertante e la sua natura pomposa causano molte lamentele, sia personalmente che per gli altri. Fortunatamente il suo altruismo assicura che non è il caso molto spesso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*