Il Cuore – Attività Fisica E Sistema Cardiovascolare

Article Index
IL CUORE – Attività fisica e sistema cardiovascolare
Page 2
All Pages

Durante l’attività fisica i muscoli hanno bisogno di una quantità di sostanze energetiche e di ossigeno maggiore rispetto a quella normalmente necessaria durante lo stato di riposo. Per rispondere a questo fabbisogno il sistema cardiovascolare, mette in atto una serie di aggiustamenti (temporanei, provvisori, che durano solamente per il periodo di accresciuto fabbisogno, salvo poi tornare, più o meno rapidamente, alle normali condizioni dello stato di quiete) e di adattamenti (modificazioni a carico degli organi di un sistema. Sono una forma di difesa messa in atto dall’organismo per far fronte alle aumentate richieste energetiche dovute sopratutto all’allenamento).

Aggiustamenti del sistema cardiovascolare all’attività sportiva

  • I capillari (2) Il Cuore   Attività Fisica E Sistema CardiovascolareInnanzitutto, aumenta la frequenza cardiaca. In questo modo riesce ad aumentare la quantità di sangue, e quindi di ossigeno e sostanze nutritive, spinto verso le cellule di quegli organi che vendono il loro carico di lavoro aumentato dall’attività sportiva (prime tra tutti le cellule muscolari).
    La quantità di sangue che il cuore può mettere in circolo nell’unità di tempo di un minuto (gittata cardiaca), può aumentare in maniera considerevole. grazie all’aumento del numero di battiti del cuore e alla maggiore quantità di sangue in esso contenuta. Le normali 70 pulsazioni al minuto (per un individuo sedentario), 50 pulsazioni (per un individuo particolarmente allenato sopratutto per discipline sportive di resistenza), possono aumentare fino a raggiungere le 200 (in individui particolarmente allenati e geneticamente predisposti) in caso di sforzo molto intenso.
  • Vasodilatazione dei vasi sanguigni chi si trovano negli organi impegnati nel movimento previsto da quella determinata attività sportiva, dove in particolare si verifica l’apertura degli sfinteri muscolari che normalmente chiudono i vasi capillari. In questo modo si apre il letto capillari distretti muscolari impegnati nel movimento, per permettere il rifornimento di ossigeno e zuccheri e la rimozione di anidride carbonica e scarti del metabolismo.
  • Vasocostrizione degli organi non impegnati nel movimento (tutti gli organi dell’apparato digerente, i reni).

 

 

 

Lorenza Scoma
Informazioni su Lorenza Scoma 123 Articoli
Si può dire molto di Lorenza Scoma, ma per lo meno è persuasiva e disinteressata, naturalmente è anche protettiva, allegra e leader, ma sono contaminati e mescolati con le abitudini di essere privi di tatto. la sua natura persuasiva, però, è ciò per cui è spesso ammirata. Spesso le persone contano su di loro e sul suo atletismo ogni volta che hanno bisogno di tirarsi su. Nessuno è perfetto naturalmente e Lorenza ha anche degli stati d'animo e dei giorni marci. la sua natura sconcertante e la sua natura pomposa causano molte lamentele, sia personalmente che per gli altri. Fortunatamente il suo altruismo assicura che non è il caso molto spesso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*