Il Cuore – Dove Va A Finire Il Sangue? (2) La Vasocostrizione E La Vasodilatazione

 

Il cuore stesso non può scegliere dove indirizzare il sangue che pompa. Come è possibile allora convogliare più sangue verso alcuni distretti dell’organismo e, conseguentemente, meno sangue verso altri?

Da una parte, se ad un distretto arriva più sangue durante l’esercizio fisico rispetto a quando si sta a riposo, abbiamo visto che è dovuto all’aumento della frequenza cardiaca: il cuore batte più velocemente per pompare più sangue. Ma questo non basta.

Alla base di questo ci sono i meccanismi della vasocostrizione e della vasodilatazione.

Vasocostrizione

Meccanismo attraverso il quale la parete muscolare delle arterie (muscolo liscio o involontario) per ordine del sistema nervoso involontario a sua volta stimolato dai recettori che si occupano di registrare i numerosi stimoli interni ed esterni all’organismo, si contrae. La contrazione riduce il diametro interno (lume delle arterie), riducendo o impedendo il regolare flusso sanguigno.

Durante l’esercizio fisico la vasocostrizione si ha:

  • Nel cervello;
  • nei reni;
  • organi addominali;

dove comunque aumenta la quantità di sangue che ricevono rispetto alla condizione di riposo, quantità che però si riduce se paragonata al totale del sangue pompato dal cuore.

 

Vasodilatazione

Meccanismo opposto alla vasocostrizione. Nella vasodilatazione, la parete muscolare delle arterie di rilascia aumentandone il diametro interno lasciando quindi scorrere più sangue.

Durante l’esercizio si ha vasodilatazione:

  • nella muscolatura scheletrica;
  • nella pelle.
Lorenza Scoma
Informazioni su Lorenza Scoma 123 Articoli
Si può dire molto di Lorenza Scoma, ma per lo meno è persuasiva e disinteressata, naturalmente è anche protettiva, allegra e leader, ma sono contaminati e mescolati con le abitudini di essere privi di tatto. la sua natura persuasiva, però, è ciò per cui è spesso ammirata. Spesso le persone contano su di loro e sul suo atletismo ogni volta che hanno bisogno di tirarsi su. Nessuno è perfetto naturalmente e Lorenza ha anche degli stati d'animo e dei giorni marci. la sua natura sconcertante e la sua natura pomposa causano molte lamentele, sia personalmente che per gli altri. Fortunatamente il suo altruismo assicura che non è il caso molto spesso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*