Infiammazione virale del sistema nervoso centrale

A seconda della forma dell’infiammazione virale del sistema nervoso centrale e dell’agente causale, il decorso clinico varia.

La meningite virale è una lieve infiammazione del cervello e del midollo spinale, con sintomi associati principalmente alla sindrome emergente di aumento della pressione intracranica. Di conseguenza, si osservano cefalea di varia gravità, nausea e vomito, disturbi mentali e le caratteristiche del disco di stasi sono presenti nell’esame oftalmologico. La malattia può essere accompagnata da febbre e sintomi di pneumatici, ad es. la rigidità del collo determinata dall’esame del paziente.

L’infiammazione del cervello è caratterizzata da un decorso clinico più grave con vari gradi di disturbi della coscienza, febbre e segni focali neurologici. Nel corso della malattia possono verificarsi convulsioni epilettiche, paresi e paralisi degli arti o metà del corpo, sintomi di danni ai nervi cranici, che causano difficoltà o incapacità di muovere il bulbo oculare.

Inoltre, la tensione muscolare può essere ridotta, la memoria può essere compromessa, possono verificarsi disturbi del linguaggio e possono manifestarsi sintomi che indicano danni al cervelletto (immoralità motoria, linguaggio offuscato, difficoltà a mantenere l’equilibrio, tremore). I sintomi del sistema vegetativo comprendono aumento della sudorazione, un cambiamento nella frequenza cardiaca e salivazione.

L’infiammazione del midollo spinale può manifestarsi come un’infiammazione degli angoli anteriori del midollo spinale, una sostanza bianca o un’infiammazione trasversale del midollo spinale. Nel primo caso si verifica una paralisi asimmetrica, in genere di tutte le membra, con una diminuzione della tensione muscolare accompagnata da una temperatura elevata di intensità diversa e dolore muscolare.

I sintomi si manifestano senza disturbi sensoriali (tali disturbi e disfunzioni all’interno degli sfinteri sono caratterizzati da infiammazione del midollo spinale e infiammazione della sostanza bianca). Dopo alcuni giorni, i sintomi potrebbero scomparire.

Altre forme di infiammazione virale del sistema nervoso centrale possono includere: meningite congiunta del cervello e del cervello, encefalomielite (o infiammazione che si verifica in tutte queste strutture come infiammazione virale generalizzata del sistema nervoso centrale).

Diagnosi dell’infiammazione virale del sistema nervoso centrale

La diagnosi di infiammazione virale del sistema nervoso centrale deve essere basata sul decorso clinico e sui cambiamenti caratteristici dell’esame di laboratorio del liquido cerebrospinale: aumento della pleiocitosi (livello cellulare elevato), elevata concentrazione di linfociti, lieve aumento del numero di nucleofili e proteine .

Nelle malattie virali è anche importante valutare i sintomi di una determinata infezione – a volte solo su questa base viene determinato un fattore eziologico specifico che causa la malattia. La presenza di materiale genetico o anticorpi generati contro un virus specifico può anche essere dimostrata in alcuni casi, il che conferma anche la diagnosi del patogeno in questione, che è responsabile dei sintomi di infezione del sistema nervoso centrale.

La differenziazione delle infiammazioni virali del sistema nervoso centrale tiene conto di infiammazioni batteriche, tubercolari, fungine e protozoarie del sistema nervoso centrale, sanguinamento subaracnoideo, uso di alcuni farmaci tossici per il sistema nervoso, lesioni neoplastiche, malattie sistemiche, ictus, alcuni disturbi metabolici , ipossia, malattie mentali e altre malattie con sintomi neurologici.

Trattamento dell’infiammazione virale del sistema nervoso centrale

Nei casi di infezioni cerebrali, l’acyclovir viene utilizzato senza necessità di conferma (purtroppo è efficace solo in alcuni casi) e il gancyclovir viene somministrato in contesti clinici giustificati.

Il trattamento sintomatico dell’infiammazione virale del sistema nervoso centrale consiste nella lotta contro l’edema cerebrale, la gestione antinfiammatoria e il trattamento delle crisi epilettiche. È anche importante mantenere l’equilibrio nel metabolismo acido-base e idrolitico del sistema e utilizzare un’alimentazione appropriata. Dovrebbe essere implementata anche la riabilitazione dopo la lotta contro l’edema cerebrale e l’aumento della sindrome da pressione intracranica.

Lorenza Scoma
Informazioni su Lorenza Scoma 123 Articoli
Si può dire molto di Lorenza Scoma, ma per lo meno è persuasiva e disinteressata, naturalmente è anche protettiva, allegra e leader, ma sono contaminati e mescolati con le abitudini di essere privi di tatto. la sua natura persuasiva, però, è ciò per cui è spesso ammirata. Spesso le persone contano su di loro e sul suo atletismo ogni volta che hanno bisogno di tirarsi su. Nessuno è perfetto naturalmente e Lorenza ha anche degli stati d'animo e dei giorni marci. la sua natura sconcertante e la sua natura pomposa causano molte lamentele, sia personalmente che per gli altri. Fortunatamente il suo altruismo assicura che non è il caso molto spesso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*