Porfiria della pelle tardiva

La dermatofitosi tardiva si sviluppa principalmente nella mezza età e negli anziani, di solito nella quinta e sesta decade di vita, e raramente nei bambini (le forme ereditarie possono includere i bambini).

Una caratteristica tipica della porfiria dermica tardiva è la comparsa di bolle in aree esposte a fattori meccanici, cioè lesioni, abrasioni, impatti e lo sviluppo di lesioni cutanee in aree esposte alla radiazione solare.

Scolorimento e scolorimento irregolari si verificano in queste aree. Le lesioni si trovano principalmente sulle mani e sul viso e sul cuoio capelluto nelle persone calve.

Nelle forme croniche di porfiria dermica tardiva si può verificare un indurimento della pelle, che è di color porcellana e ricorda le anomalie presenti nella sclerosi.

Una caratteristica tipica della porfiria è un’immagine nitida con cicatrici evidenti nella zona in cui le bolle si ritirano. L’insorgenza di anomalie simili a focolai di sclerodermia può derivare da un’eccessiva produzione di collagene da parte dei fibroblasti, sotto l’influenza di un eccesso di uroporphyrins.

Riconoscimento della porfiria cutanea tardiva

La diagnosi di porfiria dermica tardiva è possibile dopo aver mostrato cambiamenti principalmente in aree esposte (esposte alla luce solare e lesioni) e la prevalenza di vesciche, erosioni e cicatrici nell’immagine della malattia. L’ipersensibilità alla luce solare è spesso osservata.

L’analisi delle urine per la presenza di uroporfirine (principalmente di tipo I, meno frequentemente di tipo III) e per la presenza di composti chimici tipici del danno epatico è un test di conferma. Un test di immunofluorescenza sulla pelle esposta, ad es. la pelle di un paziente, è utile nel processo diagnostico. il dorso della mano, che mostra la presenza di depositi di immunoglobuline all’interno delle pareti vascolari ispessite.

Trattamento della porfiria cutanea tardiva

La porfiria cutanea tardiva reagisce bene al trattamento con preparati anti-malaria. Inizialmente, esacerbano le lesioni cutanee, che sono associate alla secrezione di grandi quantità di porfirine, e quindi c’è un netto miglioramento delle condizioni cliniche dei pazienti. Il trattamento con agenti antimalarici può essere ripetuto più volte ad intervalli di diversi mesi.

Tuttavia, l’efficacia di tale procedura dipende dalla rimozione di fattori nocivi sul fegato, che spesso richiede il ritiro di alcuni preparati farmacologici e completa l’astinenza da alcol. Il sangue è scaricato in forme gravi.

Si consiglia di utilizzare misure di protezione solare con la massima consistenza possibile. È anche importante evitare lesioni meccaniche, che possono avviare lo sviluppo di cambiamenti.

Lorenza Scoma
Informazioni su Lorenza Scoma 123 Articoli
Si può dire molto di Lorenza Scoma, ma per lo meno è persuasiva e disinteressata, naturalmente è anche protettiva, allegra e leader, ma sono contaminati e mescolati con le abitudini di essere privi di tatto. la sua natura persuasiva, però, è ciò per cui è spesso ammirata. Spesso le persone contano su di loro e sul suo atletismo ogni volta che hanno bisogno di tirarsi su. Nessuno è perfetto naturalmente e Lorenza ha anche degli stati d'animo e dei giorni marci. la sua natura sconcertante e la sua natura pomposa causano molte lamentele, sia personalmente che per gli altri. Fortunatamente il suo altruismo assicura che non è il caso molto spesso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*